SKINCARE: SOSTITUIRE AL TONICO ACQUE E IDROLATI

DSC_0097

Più di un mese fa ho finito il mio tonico abituale della Fitocose per pelli  miste (con cui mi ero trovata abbastanza bene) e mi aggiravo per i negozi alla ricerca di un sostituto (piccola nota personale: quello del tonico è uno step che in molte ritengono inutile: io non credo che faccia miracoli alla pelle, ma mi piace farlo e senza un tonico o qualcosa mi sento “incompleta”. compatitemi pure). Dal momento che niente mi aveva particolarmente colpito e avevo voglia di provare qualcosa di nuovo, e avevo saputo che con questa tecnica molte ragazze si erano trovate bene, ho deciso di provare a sostituire il solito tonico con un’acqua o un idrolato che ho comprato in erboristeria.

Avevo già in casa per qualche motivo sconosciuto una boccetta di Idrolato di Amamelide puro, che dovrebbe avere proprietà purificanti e astringenti. L’ho applicata per qualche tempo mattina e sera su un dischetto di cotone e devo dire che mi ci sono trovata piuttosto bene: la pelle non è cambiata radicalmente, ma è un prodotto molto piacevole da usare, dà una sensazione di freschezza e pulizia senza far tirare la pelle (naturalmente è soggettivo, so di persone con pelle particolarmente sensibile che non tollerano l’acqua di amamelide).

Incoraggiata dai risultati piacevoli ottenuti ho deciso di acquistare in erboristeria anche un’Acqua di Lavanda (purificante delicata) e un’Acqua di Camomilla (lenitiva). Li alterno all’acqua di amamelide in modo abbastanza casuale, e anche con questi prodotti devo dire che mi sono trovata piuttosto bene: sono molto leggeri e delicati; non noto enormi differenze fra i due, ma entrambi lasciano una buona sensazione sulla pelle. (se vi può interessare, l’acqua di camomilla la utilizzo anche come risciacquo lucidante e schiarente per i capelli, diluita con molta acqua e un cucchiaino di succo di limone).

Sebbene non si tratti di un idrolato ho deciso di tediarvi anche con le mie inutili opinioni su un prodotto arci-famoso e venerato da beauty guru molto più fighe di me, l’Eau Thermale di Avéne. è per l’appunto un’acqua termale per pelli sensibili da vaporizzare sulla pelle arrossata o secca; una marea di gente la ama la adora e bla bla bla. per quanto io non abbia praticamente mai nella vita provato una di queste sensazioni (la mia pelle è il contrario del sensibile) ogni volta che qualcuno la presentava come la panacea di tutti i mali cresceva in me il desiderio irrazionale di possederla. naturalmente alla fine l’ho presa, ma sono stata abbastanza morigerata e padrona di me da prendere la versione da viaggio da 50ml per circa 2,50€. vengo al sodo: per me è assolutamente completamente definitivamente inutile. la uso dopo lo scrub o la maschera, quando la pelle è un po’ rossa e brucia, ma non ho sinceramente capito la sua funzione. probabilmente non è un prodotto che mi serve né adatto a me, ma io non dispero e continuo ad utilizzarla di tanto in tanto per scoprire come potrebbe tornarmi utile.

Questo era tutto su acque e idrolati, che ne dite? vi ispira l’idea, o magari non usate mai nemmeno il tonico (depravate!)? io ho sentito tessere le lodi anche dell’acqua dei fiori d’arancio e di fiordaliso, qualcuno le ha provate? Au revoir!

Annunci

Un pensiero su “SKINCARE: SOSTITUIRE AL TONICO ACQUE E IDROLATI

  1. Pingback: EMPTIES! – APRILE 2014 | the cosmeticholic

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...