THE RYANAIR CHALLENGE

La politica di Ryanair sui bagagli è, come è noto, la peggior nemica di ogni ragazza. o perlomeno ogni ragazza che nutra la naturale (ma sempre vana) speranza di conservare un aspetto carino in vacanza, il momento dell’anno in cui notoriamente si viene fotografati di più e si cucca di più.

Personalmente, in tanti anni, non mi è mai riuscito: se non ho il mio phon, i miei bigodini e il mio specchio gigante-retroilluminato improvvisamente tutte le mie abilità in fatto di trucco e acconciatura faticosamente conquistate nel corso del tempo si azzerano, ed è così che nella maggior parte delle foto del mare/montagna/ovunque sembro una scappata di casa, mentre le mie amiche paiono dive di Hollywood appena tornate dalle terme. Il fatto è che, evidentemente, il buon dio non mi ha dotato di una bellezza naturale, quindi ogni possibile diavoleria della cosmetica è per me una manna dal cielo assolutamente indispensabile. quando ne rimango sprovvista, è il panico.

Ora, domani partirò per una breve vacanzetta (5 giorni) a Granada, a trovare un’amica che se la spassa in Erasmus, e naturalmente mi ci recherò con un buon vecchio volo Ryanair. solo bagaglio a mano (HELP!). so che tutto ciò che ho sopra descritto immancabilmente avverrà e che la catastrofe estetica incombe su di me, ma questa volta ho cercato di condensare tutto il necessario in 2 beauty-case particolarmente “ragionati” (uno per il make-up e uno per la skincare/capelli), che spero rispettino le severissime norme della compagnia aerea ma che mi garantiscano comunque un aspetto accettabile. Ecco cosa contengono:

MAKE-UP

DSC_0113

Per 5 giorni credo che trucchi troppo elaborati siano da lasciar perdere. ho portato il necessario per realizzare il mio trucco naturale da giorno e qualche prodotto per le labbra da aggiungere la sera. sembrano comunque un mare di prodotti, ma vi assicuro che sono tutti poco ingombranti e ci stanno in una pochette piuttosto piccola. 

Per la base ho scelto la BB Cream Dream Pure (Maybelline) che ho comprato recentemente e con cui mi sto trovando bene. come correttore l’immancabile Undercover Pot (Laura Mercier), che contiene sia il Secret Camouflage per le imperfezioni che il Secret Concealer per le occhiaie. Instant Age Rewind (sempre Maybelline) come correttore/illuminante (spiego come lo uso qui), che mi trovo comoda a sfumare con il Contour Brush di Real Techniques. Cipria Mineral Veil di Bare Minerals. per le sopracciglia ho scelto la matita Brow Wiz (Anastasia) per infoltirle e Gimme Brow (Benefit) per fissarle e pettinarle. gli occhi saranno naturali: Naked Basics (Urban Decay) con qualche pennello, e giusto per dare un po’ di definizione Liquid Liner (Catrice) e They’re Real (Benefit) come mascara. ho deciso di portare anche una matita color avorio per la rima interna dell’occhio (Pastello Ivory di Neve Make Up). come terra e blush: Glow To Touch (Kiko) e Bahama Mama (The Balm), di cui parlo qui e qui. infine, per le labbra: Sephora Revelateur de Coleur e Rimmel Colour Rush per il giorno, e Lickable di Mac (con relativa matita) per la sera.

SKINCARE / CAPELLI

DSC_0125

E’ qui è venuto il difficile. io ho una routine elaborata e lunghissima a cui sono molto affezionata, e sfoltirla non è stato facile. ecco come me la sono cavata: 

Ok, ho barato. non sono stata capace di rinunciare a nulla, ma ho travasato quasi tutti i prodotti che sto usando in questo periodo in dei mini-contenitori di cui ho fatto incetta da Tutto a 1€. alla fine il volume del beauty è più che soddisfacente, e il peso pure. per i capelli ho portato: noiosi elastici neri a volontà, qualche forcina, la mia fidata spazzola e lo Shampoo Secco Lush (ne parlo qui), che mi salverà le chiappe quando mi ritroverò coi capelli unti ma nessuna voglia di lavarli. per la doccia: cuffia (fregata in qualche hotel, naturalmente), bagnoschiuma Le Petit Marsellais alla Pesca (sbaaav), Shampoo Tea Natura per lavaggi frequenti (non lo adoro ma al momento mi è rimasto solo questo), e Balsamo Splend’Or al Karitè. ma veniamo alla parte più succosa, pelle: dischetti di cotone, il mio adorato Struccante Bifasico di Biofficina Toscana, olio di cocco e Detergente all’aloe Athena’s, Tonico Purificante Dr. Hauschka e Fluido Levigante Lavera (l’unico non travasato perché già la confezione originale era minuscola). Infine spazzolino e dentifricio, Burro cacao Ai 4 Burri dell’Erbolario, un sample di Burro Corpo alla Meringa che mi avevano regalato da The Body Shop, un campioncino di profumo e Salviettine Assorbi-sebo di Essence (indispensabili!).

Questo era tutto bellezze! e voi come ve la cavate con quei cattivoni delle compagnie aeree, o comunque quando siete in viaggio?

 

Annunci

2 pensieri su “THE RYANAIR CHALLENGE

  1. Io ho il tuo stesso problema per lo skin care..di solito mi salvo utilizzando i famosi sample che giacciono inutilizzati. Però corro sempre il rischio di trovare una crema che odia la mia pelle. E insomma, tremo ogni volta :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...