REVIEW: LASTING FINISH COLOUR RUSH – RIMMEL

DSC_0119 2

Fino a due anni fa nessuno si filava i matitoni per labbra e nessuno sapeva cosa fossero. poi sono venuti i Chubby Stick di Clinique e le loro infinite imitazioni, e adesso sono sulla cresta dell’onda (per la serie: se non hai un matitone sei out baby  cit. la commessa di sephora che me l’ha venduto la prima volta). Dopo i primi entusiasmi (e dopo aver provato uno stick Clinique senza esserne rimasta estasiata) devo dire di aver perso un po’ di interesse per questo tipo di prodotto: un po’ perché nonostante il packaging rinnovato mi sembravano alla fine dei normalissimi lucidalabbra, e un po’ perché se ne sono visti talmente tanti, e di talmente tante marche, che ormai non mi incuriosivano più di tanto.

Com’è che allora sono finita per comprarmi un matitone della nuova collazione di Rimmel? non chiedetemelo: mi sono lasciata obnubilare dallo sconto del 25% da Acqua&Sapone, e alla fine ho lasciato il negozio – in cui mi ero recata per un innocente bagnoschiuma, ahimè – con un matitone di più e qualche soldo di meno.

Il colore che ho scelto, il n.220-rumour has it (ma che nome è?) è un bel rosso ciliegia, non particolarmente innovativo né stravolgente. è un colore che mi piace e modestamente mi sta pure abbastanza bene, quindi sono andata abbastanza “sul sicuro”. ciò che invece mi ha lasciata piacevolmente sorpresa è la pigmentazione: per essere un matitone è davvero intenso. non posso fare paragoni che con gli unici prodotti simili che ho provato, il chubby stick di Clinique e il Just Bitten di Revlon: è molto più pigmentato di entrambi. il finish è lucido ma non “appiccicoso”, non secca le labbra e una volta applicato la sensazione è quella di avere sulle  giusto un velo di burrocacao. non ha una durata record: qualche ora se non mangiate né bevete, ma una lauta colazione a base di cappuccino e croissant è stata una prova troppo dura. ha resistito a stento 5 minuti.

Certo, questo matitone non è uno di quei trucchi figherrimi che lasceranno tutti a bocca aperta, ma nel suo genere è proprio un buon prodotto. io lo sto usando moltissimo, praticamente tutti i giorni quando ho voglia di truccare le labbra (io non le lascio quasi mai completamente naturali) senza perdere tempo o esagerare.

E’ tutto bellezze, al prossimo post!

Annunci

REVIEW: LIP TINT 1000 KISSES – RIMMEL

DSC_0099 2

prezzo: intorno ai 10€

Generalmente non amo mettere in mostra le mie labbra con rossetti e gloss dai colori molto accesi, e per questo sono una grandissima fan dell’effetto naturale che si può ottenere con le tinte per labbra. ne compro spessissimo e ne ho in quantità decisamente superiore al necessario, e dopo anni di utilizzo mi considero modestamente piuttosto esperta della categoria (quando penso che sono queste le cose a cui dedico il mio tempo et denaro provo un moto di estrema autocommiserazione).

Oggi vi recensisco le 3 tinte per labbra Rimmel che possiedo: la n.140-faithful rose, rosa appunto, la n.510-kiss me, un color ciliegia, e la n.500 unstoppable red, un rosso/bordeaux classico. Il prodotto comprende la tinta vera e propria, con il classico applicatore tipo pennarello e un balsamo labbra trasparente brillantinato, che dovrebbe evitare che le labbra si secchino.

Per quanto riguarda il balsamo, non lo utilizzo mai per due motivi: innanzitutto non mi piacciono i glitter sulle labbra, e poi mi sembra che non idrati proprio un tubo. ergo, dopo che ho applicato la tinta uso un burrocacao qualunque se mi interessa che le labbra non si screpolino, e se invece voglio un effetto più “scenografico” vado di gloss trasparente (magari volumizzante, dato che le tinte tendono ad “appiattire” e rimpicciolire le labbra). Per quanto riguarda le tinte, il rosa e il ciliegia sono abbastanza pigmentati ma nulla di esagerato, mentre il rosso è davvero super-intenso. naturalmente il rosa dà un effetto naturalissimo e quasi invisibile, ma se vi piace il genere non è niente male. la tenuta é medio/buona: su di me resistono circa mezza giornata, ora più ora meno a seconda se mangio, vado in palestra o altro. come tutte le tinte, seccano parecchio, ma non più di altre che ho provato.

Io le trovo carine ma non eccezionali, anche se poi grazie alla loro versatilità e facilità di applicazione mi sono ritrovata ad utilizzarle davvero spesso. Probabilmente non ne comprerò più in altri colori perché ho voglia di provare qualcosa di nuovo, ma mi sentirei comunque di consigliarle. Baci!

REVIEW: LIP LACQUER “APOCALIPS” – RIMMEL

DSC_0113

prezzo: €10,60 (per 5,5ml)

Morivo dalla voglia di provare dei nuovi rossetti liquidi, ma non avendo a disposizione il budget stratosferico che sarebbe stato necessario per le tinte di Yves Saint Laurent (concedetemi un sonoro sbaaaaaaav a questo punto) ho ripiegato su questi Lip Lacquer di Rimmel.

Questi rossetti sono disponibili in 14 tonalità. io ne possiedo due, il n. 102 – Nova e il n. 303 – Apocaliptic, il colore che indossa Kate Moss nella pubblicità (giusto per non creare complessi di inferiorità nelle povere clienti, eh).

DSC_0072

Innanzitutto permettetemi di dire che il nome è fighissimo. Apocalips. cioè, per me c’è qualcosa di geniale. Scroscianti applausi per i responsabili del settore marketing di Rimmel London.

Entrambi i rossetti sono molto pigmentati e i colori risultano belli intensi una volta applicati. il colore finale è esattamente identico a quello che vedete nella confezione. il finish è decisamente lucido, laccato (molto diverso da un gloss per intenderci). la durata è piuttosto scarsa, ma c’è di buono che tendono a scomparire gradualmente e con una certa dignità: perdono l’effetto lucido e lasciano solo il colore, come una tinta. non restano macchie o sbavature evidenti.

Personalmente mi piace molto il colore 303, mentre ho utilizzato pochissimo il 102 perché trovo che la tonalità non mi stia molto bene. Questo naturalmente è soggettivo, e non posso considerarlo una pecca del rossetto in sé (per sé e a sé. ok fate finta che non l’abbia scritto). di questo devo considerare responsabile solo la sottoscritta che dopo 20 anni su questa terra non ha ancora capito che i rosa un po’ spenti la invecchiano e le ingialliscono i denti, mea culpa.

IMG_0520      IMG_0514

La mia cameretta da studentessa fuori sede ha la luminosità della caverna di gollum. Queste foto sono pessime, i colori “reali” sono quelli degli swatches sopra. le ho messe comunque per farvi vedere che mi sono impegnata. 

Come dicono le youtubers e le bauty guru popolari a cui non potrò mai nemmeno allacciare le scarpe: promosso!