REVIEW: LATTE TONICO BIFASICO – BIOFFICINA TOSCANA

prezzo: €15,50 (per 200ml)

INCI: ethylhexyl stearate, aqua, euphrasia officinalis extract, centaurea cyanus water, chamomilla recutita water, sodium chloride, decyl glucoside, sodium benzoate, azulene.

Struccare gli occhi, per me, è sempre stato un problema. non che abbia gli occhi particolarmente sensibili o irritabili – li ho temprati con maratone di lenti a contatto per 30 ore consecutive – ma a me con il mascara piace abbondare, e se lo struccante non è all’altezza rimuoverlo tutto può diventare un incubo. ecco perché ho imparato a diffidare dalle salviette struccanti (le uso solo quando non posso farne a meno) o dai detergenti troppo blandi.

Per lungo tempo, l’unico prodotto che mi permetteva di rimuovere tutto il trucco senza impiegare ore e senza dovermi sfregare fino alla morte è stato lo Struccante Bifasico di Sephora. so che sapete a cosa mi riferisco, quella bottiglietta metà bianca metà azzurra che le commesse cercano di rifilarvi ad ogni costo. sebbene fosse uno struccante proprio tosto ed efficace, non mi piaceva per nulla la sensazione untuosa che lasciava intorno agli occhi dopo ogni utilizzo, e quindi era da tempo che meditavo di trovare un degno sostituto.

Dopo qualche tentativo, posso dire di aver trovato (quasi) la pace con il Latte Tonico di Biofficina Toscana. è anche lui un prodotto bifasico: io lo agito, ne verso un po’ su un dischetto di cotone e poi lo passo sugli occhi. rimuove bene e velocemente anche il trucco waterproof e i chili di mascara di cui mi cospargo gli occhi. Lo struccante di Sephora, pur senza bruciare, mi arrossavaun po’ gli occhi, mentre con questo non accade. inoltre non mi lascia quella patina “unta” che tanto detestavo.

Sinceramente non credevo esistesse uno struccante eco-bio così efficace, e ne sono rimasta piacevolmente sorpresa. il problema è il prezzo che, per questo tipo di prodotto, è davvero alto. costa più della mia crema giorno, per dire. lo sto centellinando perché non voglio che finisca, e proprio per la questione economica non so se lo ricomprerò. ma se siete ricche (beate voi) io ve lo consiglio assai!

Annunci

REVIEW: ORGANIC FAIRTRADE COCONUT OIL – AKAMUTI

DSC_0144

prezzo: €7,00 (per 50g)

INCI: organic virgin coconut oil (cocos nucifera oil).

Avete presente quando Miranda Priestley fulmina con lo sguardo la povera dipendente di Runway dicendo: “il floreale? per la primavera? avanguardia pura.” ecco, se esistesse un’equivalente di Miranda Priestley nel mondo del beauty questo post inutile sarebbe liquidato con lo stesso sdegno. se non avete visto come me “Il diavolo veste Prada” almeno un triliardo di volte passate pure oltre.

meryl_streep_miranda_priestly_devil

Ecco lo sguardo di sdegno e gelido disprezzo che Miranda Priestley riserverebbe a questo inutile post. Come darle torto.

 

 

 

 

Va be’, lo so, utilizzare l’olio di cocco per struccarsi non è certo una novità o una mia invenzione, ma dato che ultimamente questo metodo mi sta regalando enormi soddisfazioni ho deciso di tediarvi con le mie scontate e inutili considerazioni personali. sarò breve, e sintetizzerò in pochi punti coincisi perché AMO struccarmi con l’olio di cocco puro:

1) rispetto a tutti gli altri olii con cui ho provato a struccarmi è quello che mi lascia la pelle meno unticcia. per me è una cosa essenziale.

2)  ha un odore favolosamente paradisiaco, e se non la pensate come me non capite niente, gnè.

3) scioglie tutto il trucco con facilità.

4) mi fa impazzire l’idea di una cosa solida che ti si scioglie sulle mani e poi si massaggia che è una meraviglia.

Io ho provato ad utilizzare anche altri tipi di olio di cocco (di Aroma-Zone e di Khadì), e non ho notato alcuna differenza, alla fine sempre olio di cocco è. questo in particolare deriva dal commercio equo e solidale, per questo è un po’ più costoso dei suoi fratellini sopracitati.

Io dopo averlo massaggiato ben bene su viso e collo mi lavo la faccia con il solito detergente, e non rimane nessuna traccia né di olio né di trucco. That’s it!